Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro (D.M. 58/97)

  1. Il tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro è l’operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, è responsabile, nell’ambito delle proprie competenze, di tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene di sanità pubblica e veterinaria.
  2. Il tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, operante nei servizi con compiti ispettivi e di vigilanza è, nei limiti delle proprie attribuzioni, ufficiale di polizia giudiziaria; svolge attività istruttoria, finalizzata al rilascio di autorizzazioni o di nulla osta tecnico sanitari per attività soggette a controllo.
  1. Svolge con autonomia tecnico professionale le proprie attività e collabora con altre figure professionali all’attività di programmazione e di organizzazione del lavoro della struttura in cui opera. È responsabile dell’organizzazione della pianificazione, dell’esecuzione e della qualità degli atti svolti nell’esercizio della propria attività professionale.
  2. Istruisce, determina, contesta e notifica le irregolarità rilevate e formula pareri nell’ambito delle proprie competenze.

TITOLO DI STUDIO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE

Diploma universitario abilitante.

LUOGHI DI IMPIEGO

Dipartimenti di Prevenzione e Presidi delle ASL:

  • SISP-SIAN-SPISAL-SVET-SPP-Servizi delle ARPAV
  • Componente di commissioni: Pubblico Spettacolo- Gas Tossici-RX
  • Conferenze di Servizi-Carburanti-AIA

In ambito privato come libero professionista o alle dipendenze di una azienda.

COMPETENZE

A seguito di corsi specifici:

RSPP, Esperto in Acustica, Esperto in Micologia, Valutatore per autorizzazioni e accredimento di Strutture Sanitarie, Ispettore REACH, Auditor.

ASSOCIAZIONI DI RIFERIMENTO

UNIPISI